Capoeira online, come praticare restando a casa

Capoeira não para!

Ci manca lo stare insieme, ci manca uscire dal lavoro e liberarsi dalla tensione della giornata con un bell’allenamento, ci mancano le chiacchiere dopo lezione e soprattutto ci manca la roda: quell’emozione quando ci si da la mano ai piedi del berimbau, ci si studia cercando di carpire intenzioni, modalità di gioco e si entra finalmente per dare il via a quella magia che è il gioco di capoeira.

In questo anno di pandemia abbiamo provato paura, abbiamo sentito la mancanza del contatto, dell’abbraccio, e di quanto sia importante poter coltivare le proprie passioni e farlo insieme agli altri.

La Capoeira è un’attività di gruppo, ma possiamo mantenere una routine di allenamento anche a casa, ad esempio, o approfondire altri aspetti di questa arte, come quello culturale o musicale.

Se si ha a disposizione uno spazio abbastanza grande è possibile provare a preservare l’allenamento partecipando a lezioni online (per partecipare alle lezioni su Zoom chiamaci 3922092681 o scrivici) oppure l’alternativa è provare a eseguire delle routine basiche da soli.

Come capoeirist* Regional sappiamo che la sequenza di Mestre Bimba è alla base di tutto, proprio la sequenza può essere usata come allenamento anche in solitaria. La sequenza di Mestre Bimba è composta da movimenti in coppia: se identifichiamo come A e B i ruoli nella coppia, ad esempio A chi comincia con il primo movimento di attacco e B chi comincia difendendosi è possibile sperimentare dapprima tutte le parti di attacco e poi tutte quelle di difesa, oppure per ciascuna parte della sequenza esercitarsi prima nell’attacco e poi nella difesa.

Questo tipo di esercizio non sono è utile per migliorare la propria esecuzione e comprensione della sequenza ma è anche un ottimo esercizio di memoria.

Se lo spazio non permette il movimento è possibile comunque approfondire altri aspetti, la musica, la storia, il dibattito attuale.

Rispetto alla musica di capoeira è molto importante ascoltare tocadores più esperti ed esercitarsi con i ritmi più usati della capoeira regional: São Bento Grande, Banguela, Idalina…

L’ascolto ripetuto del ritmo aiuta a interiorizzare la dinamica e piano piano ad affinare la nostra esecuzione. Se il video è troppo rapido si può rallentare così da capire meglio la sequenza di suoni.

Possiamo dunque continuare a coltivare la nostra passione, e quando potremmo farlo di nuovo in presenza, saremmo pronti a entrare nuovamente in roda.

Axé!

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.